Capire i bambini

Silvio Crosera, 2004, De Vecchi

Copertina di Capire i bambiniUn manuale pratico e facile da consultare, uno strumento che aiuta ad affrontare le difficoltà quotidiane dei genitori nei rapporti con i figli.Rispondere alle richieste e alle aspettative dei bambini, individuare e valutare le manifestazioni di un particolare disagio, gestire l’educazione adattandola agli stimoli esterni, affrontare i problemi legati alla crescita fisica, psicologica ed emotiva…Innumerevoli proposte per far stare bene i bambini con se stessi, con i coetanei e con gli adulti, un valido aiuto nell’impegnativo compito di genitore e una guida utile anche a insegnanti ed educatori.Starebbe sempre davanti alla TV o ai videogame? Dice le bugie? Fa ancora la pipì a letto? Sembra pigro o apatico? E se uno dei genitori se rie va? È giusto dargli “la paghetta”? Queste e tante altre le domande più frequenti rivolte allo psicologo che si occupa dei bambini in età prescolare e scolare.

Essere genitori oggi

S.Crosera e L. Ribezzo, 2002, De Vecchi (Milano)

Copertina di Essere genitori oggiI dubbi e gli interrogativi dei genitori, i consigli dello psicologo su come insegnare ai figli.
Una guida che ti porta alla comprensione di tuo figlio, del suo carattere, dei suoi comportamenti, dei suoi gesti, con i consigli per cambiare, mettersi in gioco, prendere le decisioni, risolvere i problemi e dare un nuovo equilibrio a tutta la famiglia.

Imparare con le filastrocche

S. Crosera – M. Dupadi, 1999,  La Nuova Italia Firenze

Copertina di Impariamo con le filastrocche L’esperienza dimostra che l’uso delle filastrocche nel processo di apprendimento contribuisce allo sviluppo della creatività e dell’immaginazione. Deriva da ciò l’idea di presentare agli insegnanti della scuola materna ed elementare una serie di proposte operative incentrate sulle filastrocche. Obiettivo principale è quello di far nascere nei bambini l’esigenza di comunicare, ricorrendo anche all’espressione non verbale. Si sono perciò prese in considerazione diverse possibilità di utilizzazione della filastrocca: pittoriche, manuali, plastiche, mimiche, musicali. Non si tratta del recupero di una forma poetico-culturale del passato o di una serie di poesie ‘facili’ da imparare a memoria, bensì di strumenti volti a sviluppare quelle capacità critiche e inventive che i bambini posseggono.

Educazione al rumore

S. Crosera – M. Dupadi, 2001, Omega Torino

Educazione al rumoreSuono e rumore costituiscono l’universo sonoro nel quale siamo immersi sin dal momento del concepimento e dal quale non è possibile astrarsi. Se il suono può risultare piacevole non altrettanto accade per il rumore. Localizzazione, discriminazione, sensibilizzazione sono funzioni che, se stimolate e sviluppate in modo corretto, possono aiutare a conoscere meglio sè stessi e il mondo circostante per un miglior rapporto con esso e le sue manifestazioni. Il volume, corredato di audio-cassetta e schede, rappresenta un valido ausilio sia nell’educazione, attraverso proposte di tipo didattico pedagogico, sia nella riabilitazione dei soggetti in difficoltà. Una efficace educazione al rumore, attraverso il lavoro di Crosera e Dupadi, può iniziare sin dal primo anno di vita e continuare nella Scuola Materna ed Elementare.

4 of 4
1234